LIBRO DE DEFONTI DELLA

MATRICE CHIESA DI MONTE MITOLO

SUB DIUE LUCIE TITULO

A - D - 1702

 

D - LORENZO GIORGETTA - ECONOMO

ARCHIPRESBITER D. IANUARIUS DE MONS.

SUB ANNO DOMINI 1736

 

"I cognomi croati italianizzati"

 

Montismitrio S. LuciaDurante le vacanze estive del 2003 trascorse a Montemitro, ho dedicato un po di tempo a consultare alcuni registri custoditi presso la parrocchia di Santa Lucia a Montemitro. Occorre dedicare molto tempo per consultare tutti i registri presenti a partire da quello delle nascite, matrimoni e morte. Io mi sono dedicato a quello dei defunti, che risulta essere il più vecchio dei registri che viene custodito presso la chiesa parrocchiale di Santa Lucia V.M. Il registro ha inizio con l'anno 1702 sino ai giorni nostri, ovviamente a più volumi. Oltre al naturale invecchiamento il registro presenta danni subiti da acqua di conseguenza molte pagine sono macchiate, pertanto si ha difficoltà nella lettura di numerose pagine, anche perché oltre ai danni causati dall'acqua, ci sono numerose macchie d'inchiostro usato per la scrittura, dato che una volta si scriveva con i pennini se non con le piume. Al registro mancano una decina di pagine iniziali le quali sembrano asportate, ovvero strappate, pertanto i primi nomi dei defunti registrati cominciano dal 1720. I cognomi venivano registrati in un modo alquanto strano se confrontiamo i giorni nostri, innanzitutto le registrazioni avvenivano in lingua latina ed inoltre si adeguava il cognome a seconda del sesso del defunto, ad esempio: se il defunto si chiamava Caterina Piccoli, essa veniva registrata come Caterina Piccola e, Piccolo se si trattava di un uomo. Per quel che riguarda Montemitro, sono molti i cognomi dell'epoca che ora non esistono più, ecco qui di seguito un elenco di cognomi che non sono più presenti: Angelilli, Antonucci, Ciavella, Clissa, De Angelis, Del Greco, Della Serra, Gorgolizza, Grosso, Joviccio, Juricci, Lena, Lisa, Manso, Melso, Mirco, Moretti, Papiccio, Rotolo, Sciscia, Talia, e Villone e, chissà quanti altri ancora, visto che non ho portato a termine la mia ricerca. Quest'estate, durante un mio soggiorno a Roma, casualmente ho buttato l'occhio su alcuni campanelli di un portone, ed i miei occhi si son posati su di un cognome che pochi giorni prima avevo letto sul registro dei defunti, questo cognome è Melso, mi sarebbe piaciuto suonare quel campanello per poter scambiare due chiacchiere con quella famiglia a riguardo l'origine del loro cognome.

 

Voglio riportare qui di seguito alcuni nominativi e situazioni che si sono verificate nell'arco di 150 anni, tutte le date in essere sono quelle di morte, mi spiace che per i primi nominativi non mi son segnato l'età del defunto.

 

 

Luciano Lena 15 Settembre 1720.

Carmen Lisa 15 Giugno 1722.

Palma Del Greco 05 Settembre 1724.

Margarita Ciavella 01 Ottobre 1724.

Maria Villone 19 Ottobre 1726.

Catarina Rotolo 13 Settembre 1727.

 

 

Domenico Sammartino 08 Luglio 1844 di anni 3 figlio di Antonio Sammartino e Concezia Giorgetta. - Maria Rosa Sammartino 23 Febbraio 1845 di anni 8 figlia di Vincenzo Sammartino e Clorinda Juliano, tumulata nella chiesa vecchia. - Nicola Maria Sammartino 19 Agosto 1848 di anni1 figlio di Vincenzo Sammartino e Clorinda Juliano, tumulato nella chiesa vecchia. - Michelangelo Sammartino 11 Agosto 1854 di anni 4 figlio di Vincenzo Sammartino e Clorinda Juliano, tumulato nella chiesa vecchia. - Domenico Romagnoli 14 Agosto 1860 di anni 40 figlio di Giuseppe Romagnoli e Pasqua D'Angelo, tumulato al cimitero. Pasqua Romagnoli 30 Settembre 1867 di anni 3 figlia di Carlo Romagnoli e Stella Manso, sepolta nel cimitero. Possiamo constatare che il cognome Romagnoli sino a questa data non era presente a Montemitro, la stirpe dei Romagnoli nasce da Giuseppe Romagnoli, signorotto proveniente dal forlivese Emilia Romagna, considerando che il figlio Domenico Romagnoli è morto nel 1860 all'età di 40 anni, si presume che prima del 1820 il Romagnoli abitasse già a Montemitro.

 

 

Nell'anno 1735 ci sono stati molti decessi di bambini dai 2 ai 10 anni, molto probabilmente ci sarà stata una epidemia, che ha colpito sopratutto gli adolescenti. I cognomi Blascetta, Giorgetta, Juliano, Piccoli, Sammartino, Venturino, erano i cognomi più diffusi nel 700. I cognomi di sicura provenienza croata, poi in seguito italianizzati sono: Blažetić o Blažetin (Blascetta), Grgurič (Gorgolizza),  Jović (Joviccio), Jurić (Juricci), Mirko (Mirco), Papić (Papiccio), Šišić o Šiša (Sciscia), Staniša o Stanišić (Staniscia). Secondo la mia recente ricerca anche i cognomi che cito di seguito hanno origine croata; molti di questi cognomi da Montemitro sono scomparsi da molto tempo; Čavela (Ciavella). "Esiste tutt'oggi una famiglia a Lišane Ostrovičke", Julijan (Juliano). "Esistono tutt'oggi un centinaio di famiglie che più o meno abitano lungo la costa Dalmata", Moreti (Moretti). "Esistono ancora oggi una decina di famiglie che hanno questo cognome e tutte abitano lungo la costa Dalmata", Mileta o Miletić (Miletti) "Questi cognomi entrambi sono molto diffusi su tutta la costa della Dalmazia sino all' Istria".

 

Gabriele Romagnoli

     
 Facebook Twitter Google Reader Myspace Invia questo link - Pošalji ovaj link - Send the link  Stampa questa pagina